{mosimage}Libertà per Myanmar Quello che sta succedendo in Birmania è sotto gli occhi di tutti. Monaci buddisti incarcerati, picchiati, uccisi e chissà cos'altro solo per protestare per qualcosa che dovrebbe essere di tutti : il diritto a vivere liberi.
Notizia di oggi che Amnesty International ha raccolto 58.000 firme per consegnarle a chissà quale delegato per portarle chissà dove per cercare di far breccia nel cuore dell'oppressione birmana. Tutto bello e lodevole fin qui, quello che però mi lascia esterrefatto è che domenica si sono raccolte 1.000.000 (leggasi un milione) di firme per far nascere n'altro partito in Italia (visto che ce ne sono pochi). Firma che andava addirittura pagata ! Mentre per raccogliere una firma gratis contro un genocidio, contro la violazione dei diritti dell'uomo nemmeno un ventesimo.
Come ve lo spiegate voi ? Io sinceramente sto ancora riflettendo ma non ne vengo a capo.

Persone in questa conversazione

  • l'onu è un bluff, basta guardare cosa è successo in bosnia, a srebrenica nel 95... concordo in pieno con el lobo: quando c'è la lira di mezzo, i diritti umani diventano un pò meno umani

  • E Saddam era l'assassino e dittatore ? Il Colonnello Gheddafi (lunga vita) quello contro i diritti umanitari ? Sti figli d putt.. dell'Onu che fann mo' ? Auard'n !

  • Si vede che per la gente esistono libertà e libertà e Pseudolibertà a pagamento o case della Telelibertà.
    Ho letto che l'ambasciatore o console italiano in Birmania, poichè durante i disordini è morto un esponente del regime di Myanmar, ha dovuto esprimere solidarietà e cordoglio al regime, come lui anche altri rappresentanti dei paesi di tutto il mondo.
    Tipici comportamenti paraddossali e istituzionali che cercano di tamponare il clima di terrore istauratosi.
    Nei loro stati si cerca di sensibilizzare la gente sottolineando che cinesi e myanmariani non salvaguardano i diritti umani, per poi pranzare e stipulare accordi commerciali con gli stessi.

    Il Denaro prima di tutto anche delle libertà.

  • Libertà per il Myanmar.

Per favore loggati per commentare