C'è allarme per la presenza di idrocarburi totali nell'acqua del rubinetto di due abitazioni di Tito. Il sindaco ha inibito, ma solo in quelle due abitazioni, l'uso dell'acqua potabile. Questa mattina, in Comune, c'è stato un incontro: presenti anche Arpab, Asp, Acquedotto lucano e Regione. «L'acqua è potabile – è stato ribadito – ma queste sostanze ci sono».
Il servizio di Manuela Mele (TgR Basilicata, 7 febbraio 2014).

  • Nessun commento trovato
Per favore loggati per commentare