{mosimage}Il Presidente De Filippo inizierà domani il ciclo di incontri con le delegazioni dei partiti della maggioranza La Giunta Regionale si è dimessa. Ne dà l’annuncio il Presidente Vito De Filippo che spiega la decisione assunta dall’Esecutivo come un atto di apertura e di accelerazione della verifica politico-programmatica da tempo posta nell’agenda della coalizione di maggioranza.
Il Presidente, che si è detto fiducioso sulla rapida ricostruzione degli assetti di governo della Regione, inizierà già nella giornata di domani il ciclo di incontri con le delegazioni dei partiti dell’alleanza.

Persone in questa conversazione

  • I miei auguri alla nuova gunta , ma mi domando quanto tempo durerà?

  • Così in una legislatura si saranno formati o rafforzati la propria clientela politiche la bellezza di 12 Assessori.
    I complimenti per il rapporto tra uomini e donne 7/0

  • Il Presidente della Regione, Vito De Filippo, ha formato la nuova Giunta. E’ composta dal vicepresidente Vincenzo Folino dei Ds (Attività Produttive, Politiche dell’Impresa, Innovazione tecnologica), e dagli assessori Antonio Potenza dell’Udeur (Salute, Sicurezza e Solidarietà Sociale, Servizi alla Persona e alla Comunità), Roberto Falotico della Margherita (Agricoltura, Sviluppo Rurale, Economia Montana), Vincenzo Santochirico dei Ds (Ambiente, territorio, Politiche della Sostenibilità), Antonio Autilio dell’Italia dei Valori (Formazione, Lavoro, Cultura e Sport), Innocenzo Loguercio dello Sdi (Infrastrutture, Opere Pubbliche e Mobilità).

  • RIMPASTI DI GOVERNO QUI IN BASILICATA SONO ALL'ORDINE DEL GIORNO,POI SE NEL NOSTRO COMUNE VIENE MODIFICATO LO STATUTO PER PORTARE GLI ASSESSORI DA QUATTRO A SEI SI DICE CHE E' UNO SCANDALO.IO INVITO TUTTI A PRENDERE ATTO DI QUELLO CHE IL CENTROSINISTRA IN BASILICATA HA FATTO IN QUESTI ANNI:NULLA.

  • Diciamo che era previsto un turn over per far contento più di qualcuno e per bacchettare altri(vedi Rondinone) che non ha digerito il costituente partito democratico e si è schierato con il troskista Mussi.

Per favore loggati per commentare