Stampa
Categoria: Fandachiandu
{mosimage}Le grandi scappano via. Mentre pareva logico attendersi lo stop di Roma e Juventus impegnate rispettivamente a Perugia, dove i grifoni avevano il vantaggio di giocare nell’unico stadio di serie A rimasto ancora imbattuto, e a Genova, dove ad attenderli c’era la samp reduce da 5 vittorie e 3 pari, meno prevedibili se non impensabili erano i K.O di Inter e Lazio che trovavano nel Parma una squadra sulla carta psicologicamente distrutta e nel Brescia una provinciale che nelle ultime apparizioni all’olimpico ha preso più gol di quanti ne ha fatti in tutto baggio nella sua carriera. Sulla carta compito facile anche per il milan, ma si sa, finchè nessuno si impegnerà a “pavimentare” il campo di carta, nessuna partita sarà mai scontata e…L’INTER NON VINCERA’ MAI LO SCUDETTO.
Partiamo dalle capolista (tanto è certo che il milan batte il Siena…).
La Roma suda ma riesce a battere il perugina grazie al sinistro del suo pendolino d’oro ribattezzato a roma TACCO DI DIO. Il milan ha la meglio di una grande reggina aiutata dalla fortuna ma soprattutto dallo STRABILIANTE Kakà, un vero fenomeno!
La juve passa a marassi soffrendo anche un po’ anche se il vero a soffrire sarà stato buffon per quella bottigliata in testa che si è beccato al rientro in campo. La lazio crolla sotto i colpi dell’ex dibiagio e di stankovic(…i colpi di stankovic sono quelli sbagliati), brilla il parma che in una domenica sola batte l’inter, l’avvicina in classifica, scavalca la lazio, sogna la champions e mostra all’italia intera che sarebbe un peccato doverla perdere a mò di Fiorentina.
In coda vince l’empoli che strapazza un’ancona ormai alle corde e risalgono siena, bologna e brescia, tutte vincenti, inizia a preoccupare la situazione del modena in crisi di risultati dopo un ottimo avvio di stagione…un po’ come controcampo.
CHIEVO – UDINESE 0-0
Scialba partita senza reti e senza grandi occasioni, pari giusto tra due formazioni che possono sperare entrambe in un buon piazzamento UEFA.
PARMA – INTER 1-0
L’inter che non ti aspetti e il parma che non ti aspetti le vedi di scena al tardini sabato sera. I nerazzurri alla ricerca disperata dei tre punti per restare in scia alle GRANDI giocano una delle peggiori partite della stagione, con cruz in ombra ed il resto della squadra imbambolato. Il parma gioca la gara della vita davanti al suo pubblico, l’orgoglio degli uomini di prandelli così come il cuore dei gialloblù scavalcano qualsisasi ostacolo ed alla fine è il parma ad avere la meglio grazie al gol messo a segno da Filippini che approfitta dello svarione di Toldo.
PERUGIA – ROMA 0-1
Prima sconfitta casalinga del perugia che non riesce a frenare la voglia di rivincita di una roma incazzatissima dopo la sconfitta di martedì contro il milan. Dopo pochi minuti giallorossi in vantaggio grazie ad una astuta giocata mancini Dacourt Mancini. Poi il perugia cresce e mette in difficoltà la roma che spreca molto con Emerson e Cassano. Nella ripresa anche un rigore negato ai biancorossi tanto per ricordare a gaucci che I LUPI NERI sono in agguato.
MILAN – REGGINA 3-1
Dieci minuti di panico, gol di Torrisi, quasi autogol di Cafu, tiro di poco a lato di cozza….in pratica assiedo amaranto. Poi un ragazzino brasiliano decide che è arrivata l’ora di far capire a tutti che Kakà non è un offesa, con una grande giocata realizza il gol dell’1-1. nella ripresa si ripete ma questa volta è un rimpallo a regalargli la doppietta che fissa il punteggio sul 2-1. Ma poco dopo ancora kakà in area viene atterrato e il rigore è sacrosanto.batte pirlo, a cucchiaio e il milan chiude il match tra le proteste dei reggini che si sentono beffati dal colpo da maestro di pirlo.
SIENA – MODENA 4-0
Risultato che non lascia margini di interpretazione, vittoria netta dei senesi che chiudono la pratica modena con un gran gol di lazetic. Il raddoppio porta la firma di chiesa che approfitta di una cagata di Ballotta. Nella ripresa arrivano anche i gol di ventola e morello al suo esordio in serie A. E mancava Taddei…
LAZIO – BRESCIA 0-1
Una punizione di Di Biagio ed il sole in faccia a Peruzzi bastano per stendere una lazio sempre più LAZIETTA ed ormai fuori da tutti i giochi…campionato, zona champions e coppe…caro Giancarlo cambia squadra.
SAMPDORIA – JUVENTUS 1-2
La partita inizia e le immagini di Italia 7 gold mi regalano la splendida coreografia dei tifosi della samp…si inizia. Più grande di tutti è nedved che da solo regala due assist decisivi ai suoi. Prima se ne va, mette al centro per camoranesi che insacca di testa in tuffo, poi dopo il pareggio di flachi su liscio di buffon, serve l’assist per il 2-1 di suola al vecchio Conte.
Unico neo della gara il pessimo gesto del tifoso blucerchiato che ha deciso di infangare il nome della sua bella tifoseria(…quella della coreografia magnifica) lanciando quello che restava di un fumogeno sulla testa di buffon che eroicamente si è rialzato ed ha ripreso a giocare, da gran signore!
LECCE – BOLOGNA 1-2
Prima vittoria esterna del bologna che risale in classifica, inizia a farsi sentire L’EFFETTO SOR CARLETTO alla faccia di chi continua a pensare che il bologna retrocede. In gol pecchia e tare per i rossoblu, per il lecce a segno Bojinov. Da annotare l’assist del 2-1 di Nakata che sembra già trovarsi a suo agio tra i felsinei.
EMPOLI – ANCoNA 2-0
Nel match di bassa classifica che potrebbe ridare qualche speranza emerge l’empoli che con di natale e vannucchi stende l’ancona che ormai non può far altro che iniziare a salvare la faccia…quando possibile e pianificare la prossima stagione…in serie B.

Serie C1 girone B: Chieti – Foggia 0-2 Grande gara degli uomini di Marino (o’palemmo può testimoniare) che vincono in trasferta con i gol di Del Core e Mariniello e approfittando dei passi falsi delle altre si riporta sotto, a cinque punti dai play-off.

GLI INTOCCABILI: 1. Kakà, semplicemente un campione 2. Buffon, mostra il suo valore di uomo e di sportivo Doc…qualcun altro si sarebbe messo a sgamare per terra per giorni 3. Emerson, semplicemente eroico, in campo per 70 minuti con una spalla fuori. 4. i tifosi blucerchiati, tutti, escluso l’idiota, per la stupenda coreografia…qualcosa di unico 5. Pirlo, battere un rigore così non è da tutti (è da TOTTI) soprattutto dopo averne sbagliati 2 consecutivi. Grande coraggio anche se di fronte c’era la reggina e si era sul 2-1…volevo vederlo nella semifinale degli europei contro l’olanda…avrebbe fatto lo stesso?

…E QUELLI DA PESTARE: 1. il teppista genovese (chiamarlo tifoso sampdoriano è un offesa) 2. Peruzzi, Toldo e ballotta, con le loro cagate compromettono la gara delle loro squadre 3. Gaucci…come sensi lo scorso anno sta parlando troppo e lo puniscono di continuo…un consiglio: faccia silenzio signor Luciano e l’anno prossimo provi a dare uno schiaffo morale a tutti…ALLA SENSI


Persone in questa conversazione

Per favore loggati per commentare
Powered by Komento