Stampa
Categoria: Fandachiandu
{mosimage}Un ROMAntico Natale a tutti! Nella domenica che chiude l’anno solare calcistico torna a brillare la stella di Francesco Totti, ormai noto a tutti come Gesù, che lancia la sua Roma in una fuga solitaria e imprevista.
Ma non voglio parlare troppo di Roma, perché poi si sa, c’è chi si offende, chi si scoccia dei soliti elogi ai giallorossi, chi parla di PARZIALITA’…insomma a Natale voglio essere più buono anch’io e perché no…un po’ ROMAntico!
Il grande Milan campione d’europa giunto a 11 metri dalla vetta del mondo, cade in casa ad opera dell’Udinese, ma nulla di grave, è pur sempre una squadra di campioni ed alla ripresa del campionato darà sicuramente filo da torcere alla Roma nell’OLIMPO DEGLI DEI!
Anche la juve si appanna un po’ dopo le ultime due buone prestazioni, basta un buon lecce a frenare la vecchia signora che trova il pari solo nei minuti finali, anche la juve sarà sicuramente arrembante alla ripresa del torneo però intanto la Roma silenziosa si allontana.
La stratosferica inter dell’era Zaccheroni incespica all’Olimpico(quello degli schiavi) dove una buona lazio ed un Grande Almeyda riescono a rilanciare le quotazioni dei biancocelesti per un posto in Champions League.
Il parma ormai messo alle corde dagli infortuni, dalle squalifiche e dalla crisi della Parmalat riesce a regalare a Camolese la soddisfazione della prima vittoria sulla PANCA della Reggina e per di più in trasferta…il pandoro sarà più dolce per gli amaranto!
Il pallone d’oro ormai è assegnato…Nedved ha avuto la meglio su altri giocatori e quindi è il più forte in Europa, dopo un po’ leggo la classifica e vedo al 18° posto Nihat e Gesù a pari merito, a questo punto chiudo ridendo il giornale…questo premio ormai è come se lo assegnassero estraendo una sfera tipo estrazioni del lotto. Forse un giorno anche CHI MERITA vincerà il Pallone d’Oro ma a quel punto sarà stato talmente sputtanato (vedi il trionfo di Sammer) e varrà talmente poco che diverrà solo un antipatico soprammobile di cui sbarazzarsi al più presto. Perciò cari signori meglio una vita senza pallone d’oro con delle giocate strepitose che deliziano chiunque piuttosto che un pallone d’oro in mano e quattro capelli biondi davanti agli occhi…per la gente il vero spettacolo è vedere in campo un Totti, un Ronaldo, un Maradona, un Baggio, un Del Piero, un Raul gente che mal che vada sarà ricordata in eterno per un gol, un lancio, un dribbling non di certo un Pavel Nedved che tra qualche anno sarà solo una figurina sgualcita nel cassetto di un bambino diventato grande!
Lasciamo stare, so che molti non la penseranno come me e voglio chiarire il concetto, non metto in dubbio la bravura e l’importanza di Nedved ma pensate un po’ a cosa sarebbe il calcio se ci fossero tutti nedved…partite a fotocopia mentre con Baggio, Maradona e totti, ogni domenica scopri qualcosa di nuovo, scopri cose che nemmeno immaginavi fossero possibili…VIVA I VERI CAMPIONI, quelli che accendono la luce e ti fulminano con un colpo da maestri!

PARMA – REGGINA 1-2
La reggina conquista tre punti importantissimi al tardini, passando in vantaggio con di Michele su assist di Cozza poi il pareggio dei ducali con un rigore quasi inesistente trasformato da Giardino ed infine la girata sporca di Ciccio Cozza che chiude la gara e porta i reggini in una zona tranquilla della classifica.

EMPOLI – ROMA 0-2
Roma subito in vantaggio con un rigore contestato e poi trasformato da Totti (ma si sa…non è mica difficile trasformare un rigore). Solo roma e al 46’del primo tempo arriva il raddoppio ancora griffato Totti…non servono descrizioni, le immagini hanno già girato il mondo.Poi solo l’attesa di portare a roma un regalo importante.

MILAN – UDINESE 1-2
Pronti via e tutti si accorgono dell’assenza di Nesta, forse i più distratti avranno visto solo la presenza di Fava che fulmina Dida da fuori area. Il milan non ci stà e prova a riprendersi la gara…calcio di rigore, Pirlo sul dischetto sembra ostentare sicurezza, uno come lui sbaglia una volta ogni millennio ed ormai lui ha già dato ed invece tra lo stupore dei tifosi quel pallone che spiazza de sanctis si stampa sul palo…non gira proprio e a sferrare il colpo decisivo e Sensini che devia di testa una punizione di bertotto, per Dida nulla da fare. Il gol di cafu che accorcia le distanza serve solo a far bestemmiare chi come me ha De sanctis che una volta tanto poteva non prendere goal.adesso bisogna rimboccarsi le maniche, l’Olimpico aspetta 11 leoni pronti a sfidare gli undici gladiatori sognando di poter alzare finalmente il Pollice su!

LECCE- JUVENTUS 1-1
Una Juve addormentata nella prima mezz’ora passa in svantaggio ad opera di Konan, poi resta in 10 ed infine riagguanta il pari grazie a Trezeguet, entrato in campo tanto per figurare e che invece ha risolto la gara…marcello Lippi sul banco degli imputati, finalmente!

CHIEVO – ANCONA 1-0
Il chievo raccoglie il massimo con il minimo sforzo custodendo a lungo il vantaggio realizzato da Cossato. Bravo inoltre marchigiani che dopo aver salvato i suoi a reggio domenica scorsa, si ripete parando un rigore a Rapaic. Nell’ancona si fa male Lombardi che probabilmente ha finito la stagione, adesso che avevo trovato l’uomo in più della mia squadra, doppi auguri per lui, che si riprenda presto!

SIENA – BOLOGNA 0-0
Partita senza infamia e senza lode da parte di entrambe le squadre, finalmente i rossoblu mostrano il carattere mazzoniano che potrebbe ritornare utile al fine della salvezza.

PERUGIA – BRESCIA 2-2
L’incubo per cosmi non finisce più, dopo essere passati per due volte in vantaggio con Margiotta ed un autorete di Dainelli i grifoni si fanno raggiungere da DiBiagio prima e da Filippini poi, la vittoria sembra ormai impossibile, speriamo che col 2004 arriveranno i primi tre punti che il perugia più di una volta ha meitato.

SAMPDORIA – MODENA 1-1
Novellino e Malsani si dividono la posta in palio grazie ai gol delle due punte Kamara e Bazzani, per le due compagini e di conseguenza per i due tecnici, questo 2003 si conclude meglio delle più rosee aspettative, le squadre infatti respirano aria di europa, chi l’avrebbe mai detto!

LAZIO – INTER 2-1
Immagino la faccia del mio amico angelo che per la terza volta in quattro anni è andato a vedere la sua inter all’olimpico rinunciando a ritornare a casa con due giorni di anticipo. Vi dico solo che quando è andato allo stadio l’inter ha sempre perso (2-0…4-2 che è storia ed ora 2-1) l’unica volta che è mancato le due squadre si sono divise la posta in palio (3-3 lo scorso anno). Con la roma la situazione è ben diversa, le due gare che ha visto si sono concluse in parità (0-0 e 2-2) la volta che non è venuto è finita 3-2 per la Roma…Oh angelo non ti sognare di venire allo stadio per Roma-Inter!
Parentesi a parte la partita è stata equilibrata fino a quando, dopo i gol di Vieri e Corradi, nu squicciu d sangu non è arrivato alla testa di Almeyda che in preda ad u raptus di follia strappava dalle mani cartellini, prendeva per il collo un avversario e lanciava gadget all’uscita dal campo. Poi Mancini indovinava gli innesti sulle fasce di Zauri (chiamato Lamberto dai telecronisti…quello è Zauli ignoranti) e del giovane e promettente Alfonso robert Delgado che confezionava l’assist che permetteva a Zauri di segnare e alla Lazio di riagganciare l’Inter e regalando al mio amico angelo la gioia dell’ennesima Bestemmia all’Olimpico!

Serie C1 girone B: Crotone – Foggia 1-0 ennesimo KO del foggia che però cade su un campo difficile come quello del lanciatissimo crotone, ora a +4, che mantiene così l’ultima piazza valida per i play-off.

GLI INTOCCABILI: 1. Totti (stavolta valè se lo è meritato…trovami un altro più degno questa domenica di prendersi il primo posto) 2. Dejan Stankovic (mostra a tutto il popolo biancoceleste di che pasta è fatto in una partita per lui non facile tra PRESENTE E FUTURO) 3. Marcello Passivanti (per i fuochi d’artificio nella serata di domenica…chi era presente SA’) 4. Zampagna(non esulta dopo il gol su rigore con il quale la sua ternana passa in vantaggio a bergamo a 5 minuti dalla fine…rispetto dei tifosi con i quali i rossoverdi sono gemellati…un vero signore altro che gli EX)

QUELLI DA PESTARE: 1.Almeyda(in pratica rovina la lunga rincorsa dell’inter)
Visto che è natale mi fermo qui.





Buon Natale a tutti e arrivederci al 2004

Persone in questa conversazione

  • concordo sul carrattrezzi

  • Assolutamente valè, totti non conta perchè è POCO VISIBILE in ambito europeo. Comunque io non intendevo affatto dire che doveva vincerlo totti, quest'anno almeno no, ma c'erano tantissimi giocatori migliori di quel carrattrezzi di nedved!

  • Corradi: p't'cò!

  • E invece no anche questa domenica ho da ridire tra gli intoccabili quel primo posto non mi va bene, perchè secondo me c'è un'altra persona che merita di più e sei proprio tu caro sbudru. In questo numero sei stato davvero obbietivo non parlando molto male della caduta del Milan del mezzo passo falso della juve e neanche esaltando troppo la tua roma. Inoltre concordo in parte con la tua opinione sul pallone d'oro.Forse non ho ragione io dicendo che i giornalisti italiani fanno troppa publicità a Totti e questo in qualche modo lo penalizza agli occhi dei giornalisti europei???????

  • Ogni volta che scrivi metti una bestemmia e ti voglio ricordare(su questo sito naturalmente non altrove) è proibita!!!!Con tutto il piacere che ho nel vedere giocare il CAPITANO DELLA ROMA,ma alla vigilia di Natale più che mai paragonarlo a Gesù mi sembra veramente un'offesa per tutti(Gesù compresoù!!!!)

Per favore loggati per commentare
Powered by Komento